La nostra storia

Da oltre 50 anni assistiamo i pazienti oncologici.

La nostra storia

L’AMSO (Associazione per l’Assistenza Morale e Sociale negli Istituti Oncologici) è accanto ai pazienti oncologici da oltre 50 anni, quindi per le sue finalità ha percorso un sentiero di umanizzazione, nonché di collaborazione con gli Istituti Regina Elena e San Gallicano. L’Associazione è stata fondata dai coniugi Renato e Fulvia Gualino, persone di grande sensibilità e autorevolezza, i quali hanno avuto l’idea e la capacità di impostare l’associazione in maniera esemplare e innovativa, in un’epoca in cui la parola “volontariato” evocava esclusivamente finalità di “beneficenza” ed era impensabile realizzare un servizio a favore dei pazienti oncologici. La validità di una tale impostazione ha consentito, in questi anni, all’Amso di inserirsi a pieno titolo nelle strutture sociali dello Stato e degli Enti Locali raggiungendo finalità ragguardevoli anche a livello europeo; infatti nel 1971 è entrata a far parte della Iave (International Association for Voluntary Effort) e nel 1972 è stata tra i membri fondatori dell’Ave (Association pour le Volontariat a l’Act Gratuit en Europe). I servizi resi dall’Amso sono stati, nel corso degli anni, continuamente ampliati secondo le esigenze dei ricoverati e della struttura ospitante, quindi in perfetta integrazione con quest’ultima per rendere più umano il periodo dell’ospedalizzazione e per facilitare quel necessario rapporto di comunicazione che, auspicabilmente, dovrebbe instaurarsi tra operatore sanitario e paziente. Non va mai dimenticato che il cancro è una malattia che si combatte sia con l’apporto della scienza che con la solidarietà e il calore umano. L’Amso ha sempre dedicato molta cura alla formazione, educazione e aggiornamento dei volontari. Oggi possiamo affermare con orgoglio di essere giunti al 67° “Corso di Formazione” e le richieste di partecipazione sono sempre molto numerose. L’attività dell’Associazione è regolata da uno Statuto e da un Regolamento che determinano le norme che i Soci devono rispettare. Gli organi Statutari sono: Consiglio Direttivo, Collegio dei Revisori dei Conti e Collegio dei Probiviri. Nel 1980 inizia il servizio di riabilitazione foniatrica per pazienti laringectomizzati e nel 1982 viene istituito il servizio di riabilitazione psicofisica per le pazienti mastectomizzate. Entrambi a cura di assistenti volontari Amso debitamente diplomati. Nel 1985 l’Amso è chiamata a far parte del Comitato Etico dell’Istituto Regina Elena. Nel 1989, dopo la scomparsa del Prof. Frezza, per un lungo periodo Presidente Amso, l’Associazione fonda il “Premio Frezza” a favore di medici e paramedici con la finalità di premiare la “professionalità ed umanità in oncologia clinica”. In quegli anni l’Amso inizia anche ad occuparsi di assistenza domiciliare, con lo scopo di aiutare ad affrontare il reinserimento nell’ambito familiare e sociale dei pazienti oncologici. Nel 1995, a seguito di una generosa donazione, nasce Casa Amso - via Gaeta 19, con la finalità di ospitare gratuitamente i pazienti oncologici e i loro parenti, provenienti da varie regioni d’Italia e anche dall’estero, per tutto il periodo delle cure. Da allora Casa Amso ha ospitato migliaia di pazienti in un ambiente sereno e familiare dove ogni dettaglio è curato nei particolari affinché il paziente possa sentirsi a proprio agio nel difficile momento della malattia. Sempre nel 1995 nasce il Telefono Verde Amso, strumento di immediata comunicazione con il paziente per svolgere l’attività istituzionale nel settore della prevenzione, dell’informazione e del sostegno morale. Nel 1999 la sede legale e la segreteria vengono ospitate all’interno del Centro Ricerche Sperimentali dell’Istituto Regina Elena e ivi rimangono fino al 2014, successivamente si trasferiscono presso Casa Amso in via Gaeta 19. Nel 2002 l’Amso aderisce alla Favo (Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) con una sua rappresentanza nel Comitato Esecutivo con lo scopo di essere sempre più parte attiva nel sostegno del malato oncologico Nel 2003 l’Amso festeggia il 35° anniversario della sua fondazione presso Palazzo Barberini. Negli anni altri due traguardi importanti vengono raggiunti: nel gennaio 2009 viene festeggiato il 40 ° anniversario Amso presso la Casa dell’Aviatore e nel novembre 2018 l’Amso celebra il 50° anniversario con un Convegno presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio. L’Amso conta ormai 150 volontari che operano nei vari ambulatori, in tutti i reparti di degenza e nel blocco operatorio. Quante cose sono cambiate da quando Renato e Fulvia Gualino hanno fondato l’Amso! Ma quella scintilla che ha dato vita all’iniziativa oggi è viva come il primo giorno e costituisce la guida sicura di un percorso sempre in crescita e continuamente modulato rispetto alle esigenze del contesto socio- economico -sanitario nel quale si opera.